Archivio | 17 dicembre 2015

Novena di Natale n. 2: Accogliete il Natale con gioia

Novena di Natale n. 2

Innamorati di Maria

Cari amici,
continuiamo la Novena in preparazione al Santo Natale seguendo le indicazioni che la stessa Regina della Pace ha fornito al Gruppo di Preghiera da Lei guidato attraverso Jelena a Medjugorje: accogliamo i preziosi consigli che ci ha fornito la stessa Madre di Dio!

christ-child10(15/12/84) Messaggio della Regina della Pace al Gruppo di Preghiera di Medjugorje:
“Desidero che nei giorni della novena di Natale si mediti su questi temi:

2° giorno: Accogliete il Natale con gioia

Dio desidera la nostra felicità già su questa terra.. gioia anche nelle prove, nelle croci, nelle sofferenze.. gioia perché Dio ci ama, perché ci promette la vita eterna, gioia perché Lo possediamo!Gioia soprattutto in questi giorni di attesa, in cui attendiamo la venuta del Salvatore, il Dio che si è fatto uomo, che è nato bambino, piccolo e umile…
Il Dio della semplicità, dell’amore, e non il Dio lontano e complicato che troppo spesso ci immaginiamo.Allora contempliamo questo grande e affascinante mistero di Dio bambino. Immaginiamo di osservare il piccolo Gesù che riposa sereno ed inerme come tutti i neonati… e soprattutto lasciamo che questa contemplazione ci porti a gioire profondamente. Non solo a Natale ma in ogni giorno dell’anno! Perché è sempre Natale quando in fondo al nostro cuore riposa sereno il bambino Gesù, il nostro Dio.

Impegno di oggi: oggi promettiamo a Gesù di essere felici!
Felici in ogni cosa che ci capiterà nella giornata, in ogni prova e problema.
Affidiamo al Signore ogni nostra preoccupazione, non lasciamoci travolgere da nessun pensiero triste o che ci possa togliere la pace: oggi mettiamo tutta la nostra buona volontà per essere nella gioia… il resto lo farà Dio!
Rallegratevi nel Signore, sempre; ve lo ripeto ancora, rallegratevi. La vostra affabilità sia nota a tutti gli uomini. Il Signore è vicino! Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste, con preghiere, suppliche e ringraziamenti; e la pace di Dio, che sorpassa ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù.” ( Filippesi 4,4-7)

Riflettiamo… Sappiamo tutti cosa e’ “diventato” il Natale negli ultimi decenni:
-Festa commerciale, cioe’ REGALI (30-40 anni fa, c’era la Festa dell’Epifania dedicata a queste cose, come festa dei “doni” si prestava di piu’) e MANGIATE.

-Occasione di divertimento.. oggi si dice anche “di sballo” “Pazza gioia”???

-Occasione di ritrovarsi fra familiari e parenti

-Vacanze. A questo hanno anche contribuito molti film di cosiddetto Svago

 

Ci viene PERO’ chiesto da Lassu’, di accogliere il Natale non con divertimento, ma con gioia.

Ma “quale gioia”? Ed e’ gioia vera, o “cosiddetta atmosfera natalizia ” vedi righe sopra??

 

La Gioia.

Cos’e’ la Gioia? Dal latino “gaudio”, e’ uno stato d’animo di intensa allegria e contentezza. Lo sballo da’ allegria? Direi piuttosto che da’ esaltazione, sregolatezze …… in queste condizioni, e’ persino piu’ facile far del male a qualcuno, anche involontariamente (incidenti per ubriacature). Un esempio di gioia VERA, potrebbe essere quello di SENTIRE IN SE’ la “spinta” per salutare persone che normalmente si considerano molto antipatiche, che normalmente eviteremmo volentieri anche solo di vedere.

 

Una gioia vera, che da’ Pace vera.

Una gioia VERA, che nasce dal cuore… che passa sopra alle nostre miserie e ai limiti personali, che a volte ci rendono proprio molto piccoli.

Una gioia che ci da’ forza di superare gli ostacoli, sorridendo e senza i soliti mugugni.

Una gioia che ci puo’ permettere, se noi lo volessimo, di reggere le prove, le croci, le sofferenze..

La gioia di OFFRIRCI per chi ci ama!! Per chi e’ nato nel mondo, come un essere umano qualunque……. pur essendo il Figlio, il Figlio che “vide cadere satana come la folgore”, all’alba dei tempi.

 

Trasmettere la Gioia.

Dovremmo allora essere capaci di trasmettere questa gioia, sopportando di cuore quello che va sopportato…come anche altri hanno detto, non facciamoci “contagiare” da pensieri tristi o comunque negativi!

E’ la ricorrenza della nascita del Salvatore!!!

Riportiamo il Natale al suo Valore originale ! Siamo felici che Dio ha per noi un grande amore, talmente grande da mandare il Figlio!

 

Per finire… la gioia del Natale e’ anche gioia del senso di fratellanza con tutti i figli di Dio… come possiamo far contenti i piu’ sfortunati? Ci puo’ essere gioia vera del Natale senza pensare anche ai bisognosi? Possibilmente non solo con il superfluo?

 

 

 

RISCOPRIRE LE BUONE INTENZIONI:

 

Come far contenti qualche amico, o parente, con cui ci siamo arrabbiati?

Facciamo allora spazio alla carita’ del Perdono!!!

E allora si’ che sara’ un gran Natale…..proviamoci!

Annunci