Archivio | 19 dicembre 2015

Novena di Natale n. 4: D’ora in poi lasciate che Gesu’ abbia il primo posto nei vostri cuori!

Novena di Natale n. 4

Innamorati di Maria

Cari amici,
continuiamo la Novena in preparazione al Santo Natale seguendo le indicazioni che la stessa Regina della Pace ha fornito al Gruppo di Preghiera da Lei guidato attraverso Jelena a Medjugorje: accogliamo i preziosi consigli che ci ha fornito la stessa Madre di Dio!

(15/12/84) Messaggio della Regina della Pace al Gruppo di Preghiera di Medjugorje:
“Desidero che nei giorni della novena di Natale si mediti su questi temi:
4° giorno: D’ora in poi lasciate che Gesù abbia il primo posto nei vostri cuori!
easter10dNei giorni scorsi della Novena abbiamo meditato su come prepararci al Natale. Oggi ci soffermiamo su questo invito della Madonna, che ci mette in un’altra prospettiva: Come accogliere Gesù Bambino che Maria ci darà a Natale?
La Gospa ci suggerisce come fare: mettere Gesù al primo posto.
Riflettiamo: quando perdiamo la pace e la gioia? Quando ci sentiamo vuoti e soli? Proprio quando il nostro cuore, invece di essere pieno di Dio, è pieno di idoli!
In questa giornata riflettiamo su questo e purifichiamo ogni angolino del nostro cuore, per poter dare a Gesù il posto che gli spetta: il primo. Così il Re della Pace ci riempirà nuovamente di amore, gioia e pace, da vivere in noi e diffondere agli altri.

Opera concreta:

buona Confessione.

Riflettiamo…

“D’ora in poi …”

Hanno un forte significato queste parole della Regina della Pace. Significa che prima non si è vissuti, e probabilmente non lo si vive ancora, da veri cristiani. Bisogna dare un deciso taglio, basta col passato fatto di incertezze, inadempienze, di poca speranza e di poca fede. Bisogna dare una svolta decisiva alla nostra vita: Gesù, il Salvatore sta per venire, il Natale è vicino ed il Signore viene a noi. Desidera dai suoi figli essere accolto in una calda dimora, possibilmente migliore della culla improvvisata di Betlemme, desidera essere accolto nei nostri cuori. Vuole rimanerci e non solo per Natale, ma per tutto il tempo della nostra esistenza.

 

Certo, bisogna far posto al Nuovo arrivato, dobbiamo sgomberare il nostro cuore da tutte le brutture che hanno contraddistinto la nostra vita, preparare un alloggio confortevole e degno di un Re, degno del Re dei Re. Accogliamo con Amore il Signore, lasciamo che Egli dimori per sempre nel nostro cuore, nella nostra vita. Questo Natale sarà la porta d’ingresso nei cuori di tanti, e allora gridiamolo, gridiamolo sempre: vieni Signore Gesù! Il mio cuore è tuo, tu sei il primo dei miei pensieri, tu sei Amore e Misericordia infinite, io sono un peccatore, ma ti desidero e ti accolgo con tutto l’ amore che posso offrirti, degnati di dimorare nel mio cuore!
Maria ci offre il suo Figliolo prediletto per la nostra salvezza, non trascuriamo questo suo eccezionale dono.
Meditare la nascita di Gesù davanti al presepe.

Troviamo del tempo per osservare il presepe che con amore abbiamo costruito nelle nostre case e con la collaborazione di tutta la famiglia. Sostiamo più momenti davanti ad esso e preghiamo. Pregare e meditare la nascita del Redentore, suggellare nei nostri cuori il vero significato del Santo Natale che è molto diverso da quello che ogni anno viviamo. Il vero Natale non include doni e addobbi sfarzosi e privi di significato: il Natale è la nascita di Gesù, la dolce discesa dal Cielo di Dio Figlio per la salvezza di tutti gli uomini del mondo. Meditiamo la nascita di questo Dio, che non ha voluto culle confortevoli e su fasce dorate, Lui, il Re dei Re, ha preferito la povertà ed un giaciglio accomodante perdipiù collocato in una stalla. Il vero Natale ce lo insegna Gesù: semplicità e gioia. Il presepe ha il suo significato, rappresenta materialmente la nascita di Nostro Signore, è lì il posto di tutti noi, essere realmente presenti alla Nascita del Cristo, e con l’aiuto della preghiera farlo nascere anche nei nostri cuori che verranno sicuramente sì addobbati, ma dalla Sua Luce salvifica.

Annunci